L’espressionismo lirico di Aligi Sassu dal 4 maggio al Museo universitario

Nuovo appuntamento per “I CICLI DELL’ARTE”, la originale rassegna a tappe che il Museo universitario dell’ateneo “Gabriele d’Annunzio” ha organizzato, d’intesa con la Fondazione Immagine, per presentare l’importante collezione d’arte moderna che ha acquisito grazie alla generosità del mecenate Alfredo Paglione.

Sabato 4 maggio sarà infatti inaugurato il terzo evento del ciclo: una esposizione dedicata interamente ad Aligi Sassu, uno degli artisti italiani più importanti dello scorso secolo, cognato di Paglione, al quale è stato legato da una profonda amicizia e da un solido e costante legame professionale per l’intera sua esistenza.

La mostra “Aligi Sassu, un espressionismo lirico” vuole dunque rappresentare un omaggio all’artista, certamente, ma insieme anche un omaggio al mecenate, che di Sassu è stato tra l’altro anche il mercante di fiducia.

La cerimonia di inaugurazione è prevista dalle 11:00 nell’auditorium del Museo, con interventi del prof. Luigi Capasso, direttore del Museo stesso, e della professoressa Elena Pontiggia, storica dell’arte. Sarà presente il mecenate Alfredo Paglione, un uomo che ha fatto da sempre dell’Arte e della bellezza, anche d’animo, che dall’Arte scaturisce, la sua bandiera.

La mostra sarà accompagnata dal numero 03 dell’innovativo catalogo a fascicoli che accompagna i vari eventi de “I cicli dell’arte”, realizzato a cura del Museo universitario e della Fondazione Immagine, in distribuzione gratuita per chi vorrà partecipare al vernissage.

Condividi questo articolo